http://www.lib21.org/
Interventi in Assemblea,  Risoluzioni e odg

Video – Pruccoli (PD): “Rilanciare l’edilizia attraverso un nuovo quadro normativo”.

Piena convergenza dell’Aula su una risoluzione, presentata da Pd e Sel (primo firmatario, Mirco Bagnari), che punta a individuare soluzioni per sostenere il settore dell’edilizia, che continua a essere interessato da una crisi senza precedenti, iniziata ormai da oltre 18 trimestri.

 

Bagnari (Pd) ha illustrato il documento fornendo i numeri della crisi a livello nazionale e regionale: tra marzo 2014 e febbraio 2015 si è registrato, a livello nazionale, un calo nella produzione, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, del 5,8% e “nel 2014 risultano essere negativi quasi tutti i comparti delle costruzioni, con l’unica eccezione del recupero residenziale”. In Emilia-Romagna, in particolare, alla fine del 2014, le imprese attive nelle costruzioni sono diminuite di circa 2.000 unità rispetto all’anno precedente e si calcola che, nell’arco di tempo investito dalla crisi, si sia perso il 18 per cento degli occupati, con previsioni di ulteriore calo nel 2015. A essere interessato da un’ulteriore drammatica fase di crisi- afferma- è il settore della cooperazione edile di questa regione, dove rischierebbero il posto di lavoro oltre 6.500 lavoratori.

 

Di qui, le richieste alla Giunta di attivarsi a livello nazionale per garantire adeguati ammortizzatori sociali a tutela dei lavoratori del comparto nelle situazioni di crisi aziendali e ottenere dal Governo il riconoscimento dello stato di crisi di settore, base essenziale per attivare strumenti straordinari di sostegno al reddito.

 

Tra i firmatari della risoluzione anche Giorgio Pruccoli (PD). “L’edilizia è il settore che ha pagato più degli altri la crisi – riconosce il Consigliere Questore – Però ha anche delle responsabilità proprie in questa situazione”.

 

In sostanza sarebbe utile “una riflessione sulla legge 20: il settore ha infatti necessità di un nuovo quadro normativo che spazi dalla rigenerazione urbana, alla riqualificazione energetica e sismica e alla semplificazione burocratica. Altro nodo da sciogliere quello della “riprofessionalizzazione” degli addetti”.

 

Il video integrale dell’intervento in questione è disponibile qui.

 

Per visionare il testo completo della risoluzione, invece, cliccare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *