Il Blog di Giorgio Pruccoli

  • 8319 Progetto di legge d’iniziativa Consiglieri recante: “Rideterminazione dei vitalizi in attuazione della legge 30 dicembre 2018 n. 145 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021) e conseguente riordino della disciplina in coerenza con l’abrogazione dell’istituto”. (10 05 19) A firma del Consigliere: Pruccoli DIVENUTO LR. 4/2019
  • 8397 Progetto di legge d’iniziativa Consiglieri recante: “Disposizioni a favore dell’inclusione sociale delle persone sorde, sordocieche e con disabilità uditiva”. (29 05 19) A firma dei Consiglieri: Zoffoli, Boschini, Poli, Calvano, Caliandro, Soncini, Taruffi, Torri, Serri, Rontini, Pruccoli, Mori, Sabattini, Rossi, Prodi, Mumolo, Bessi, Zappaterra, Bagnari, Cardinali, Paruolo, Lori, Campedelli, Tarasconi, Ravaioli, Benati, Molinari, Montalti, Marchetti Francesca, Iotti DIVENUTO LR. 9/2019
  • 8604 Progetto di legge d’iniziativa Consiglieri recante: “Sostegno al microcredito di emergenza”. (05 07 19) A firma dei Consiglieri: Mumolo, Zappaterra, Calvano, Pruccoli, Ravaioli, Rontini, Bagnari, Poli, Marchetti Francesca, Rossi, Lori, Campedelli, Bessi, Iotti, Zoffoli, Serri, Caliandro DIVENUTO LR. 16/2019

 

Attività di relatore

Legge regionale 30 maggio 2019, n.4

RIDETERMINAZIONE DEI VITALIZI IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 30 DICEMBRE 2018, N. 145 (BILANCIO DI PREVISIONE DELLO STATO PER L’ANNO FINANZIARIO 2019 E BILANCIO PLURIENNALE PER IL TRIENNIO 2019-2021) E CONSEGUENTE RIORDINO DELLA DISCIPLINA IN COERENZA CON L’ABROGAZIONE DELL’ISTITUTO

 

Legge Urbanistica 24/2017:

“E l’impianto riminese non verrà mai utilizzato nemmeno in futuro per smaltire quote di rifiuti attualmente trattate in quello di Ravenna, che abbiamo deciso di chiudere a fine anno grazie all’efficacia della programmazione definita nel Piano regionale rifiuti approvato nel 2016 e all’aumento della raccolta differenziata. Una linea, quella dell’Emilia-Romagna, che continuerà a mettere al riparo tutti i nostri territori, da Piacenza a Rimini, dalle drammatiche emergenze rifiuti che continuiamo a vedere in altre aree
Grazie, presidente. Sarò molto sintetico, così come ho condiviso di fare anche in Commissione, dove recentemente questo assestamento dell’Assemblea legislativa è passato, perché si tratta semplicemente di consolidare un lavoro e dei concetti con cui abbiamo già familiarizzato in questi anni e quindi fondamentalmente di andare a estrapolare da questo assestamento i dati significativi e i dati che hanno un qualche valore politico. Ci eravamo lasciati con l’approvazione del rendiconto, dell’ultimo rendiconto dell’Assemblea legislativa di questa legislatura e ci eravamo lasciati in data 11 giugno. Lì avevamo affrontato quella che era la consistenza del risultato di amministrazione al 31 dicembre 2018, che era pari a 5.355.195,31 euro. Oggi ci occupiamo di cosa si va a fare con la quota di avanzo libero accertato e verificato, che è pari a 2.682.494,81. Lo è oggi, ma
Giorgio Pruccoli porta in Assemblea Legislativa le istanze dei transfrontalieri legate al divieto per i residenti in Italia di guidare veicoli con targa straniera La conversione in legge del decreto sicurezza Dl 113/2018 ha portato a un effetto collaterale con risvolti paradossali. Ha infatti portato alla modifica dell’art. 93 del Codice della Strada sancendo il divieto per i residenti in Italia da più di 60 giorni di guidare veicoli con targa estera, pena sanzioni pesantissime
Siglato a Bologna dal presidente Bonaccini e dal Prefetto Impresa. Controlli, scambio di informazioni, videosorveglianza contro furti e rapine, inclusione sociale, periferie Più controlli attraverso lo scambio in tempo reale di informazioni tra le Forze di Polizia, grazie anche alla interconnessione con le sale operative della Polizia locale, e aggiornamento professionale condiviso. Integrazione dei sistemi di videosorveglianza, con la sperimentazione di piattaforme intelligenti capaci, ad esempio, di leggere le targhe interfacciandosi con le banche dati
Pruccoli (Pd): “Un aiuto per fronteggiare chi vive una situazione di emergenza, favorendo al contempo l’inclusione sociale”   Una legge regionale a sostegno del microcredito, è questa la proposta del Pd in Emilia-Romagna che oggi ha presentato un progetto di legge per regolamentare un prestito finanziario di modesta entità destinato a soggetti che, per la loro vulnerabilità sociale ed economica, sono normalmente esclusi dai canali commerciali di credito. La misura è rivolta a persone fisiche