“In riferimento alla nota inviata alle Agenzie dal Consigliere regionale Bertani dei 5 Stelle sul Progetto di Legge sull’editoria locale, trovo alquanto incredibili le dichiarazioni del suddetto. Dimostrano, palesemente, che il Pdl del quale sono primo firmatario, Bertani non l’ha neanche letto”. – Dichiara il Consigliere regionale del Pd Giorgio Pruccoli riguardo alle modifiche sul testo di legge.

“Se l’avesse letto con un minimo di attenzione – spiega Pruccoli – si sarebbe accorto che la figura del giornalista part-time è prevista fin dalla prima estensione e non è un invito alla precarizzazione. Al contrario, la legge premia la stabilizzazione e l’estensione dei contratti promuovendo un sostegno all’editoria in tutte le sue forme con un unico obiettivo: il lavoro”.

“Che Bertani e i 5 Stelle facciano vetrina su una legge alla quale hanno sempre votato contro fin dall’inizio dell’iter legislativo e che riguarda una categoria di professionisti ai quali dedicherebbero, come hanno ricordato più volte in Commissione lavoro e in Aula, un “Vaffa Day”, è una cosa della quale dovrebbero vergognarsi”.